embed embed share link link comment comment
Incorpora il Video close
Condividi il Video close
bookmark bookmark
embed test
Vota il Video embed
ScarsoDiscretoNon maleBuonoEccellente (No Ratings Yet)
Loading...
rate rate tags tags related related lights lights

Speciale carceri: “148 Stefano – Mostri dell’inerzia”, i tanti casi Cucchi e il dramma dei penitenziari

Di Helene Pacitto – La regia e’ di Maurizio Cartolano, l’idea di Giancarlo Castelli, patrocinato da Amnesty International e Articolo 21, prodotto da Simona Banchi e Valerio Terenzio (Ambra Group).148 Stefano – Mostri dell’inerzia”, riaccende i riflettori non solo su un caso di cronaca che ha fatto molto discutere, quello della morte di Stefano Cucchi, ma sui tanti drammi analoghi di cui, al contrario, poco o nulla si e’ detto o sappiamo, consumatisi dietro le sbarre nella tragica dimensione del sistema penitenziario italiano, ridotto al collasso dal sovraffollamento e dalla carenza di uomini e mezzi.

Di Stefano Cucchi ci eravamo occupati a suo tempo anche noi, in un docuweb sulle carceri di Mr. Blog nel quale avevamo realizzato anche un’intervista alla sorella di Stefano, Ilaria, e che qui vi riproponiamo nel video che segue.

Il film di Cartolano, che sara’ presentato in anteprima stasera (alle 20.30) al Festival del Cinema di Roma, riprendendo un filone ormai quasi abbandonato dalla filmografia italiana, quello cioe’ del documentario, ha il merito di aprire un nuovo squarcio su uno dei piu’ gravi scandali del nostro Paese. Quello della situazione carceraria e dei detenuti italiani. Uno scandalo dimenticato con l’eccezione della battaglia portata avanti dai Radicali e guidata da Marco Pannella e Rita Bernardini, pienamente sostenuta da Ambrogio Crespi, che ha voluto ospitare nell’home page del nostro giornale la rubrica “La voce dietro le sbarre”. Una battaglia che, ci auguriamo, il film-documentario di Cartolano possa aiutare a vincere, una volta per tutte, in nome dei diritti umani e della civilta’.

 

I commenti sono chiusi.