embed embed share link link comment comment
Incorpora il Video close
Condividi il Video close
bookmark bookmark
embed test
Vota il Video embed
ScarsoDiscretoNon maleBuonoEccellente (No Ratings Yet)
Loading...
rate rate tags tags related related lights lights

Docuweb: la verità sui sondaggi online. Video-inchiesta esclusiva

Di Ambrogio Crespi – Il nuovo Docuweb di Mr. Blog nasce dalla collaborazione con Clandestinoweb per indagare su alcuni tipi di sondaggi che a nostro parere danneggiano il lavoro degli Istituti di Ricerca.

Lo spunto è venuto da un sondaggio pubblicato qualche giorno fa su Repubblica.it e realizzato da Youtrend. La rilevazione era stata condotta sul web e alle domande poteva partecipare chiunque e anche più volte. Indagini del genere non hanno nessun valore statistico né possono riferirsi all’opinione dell’intera popolazione italiana, eppure Youtrend sostiene che, per quanto le risposte ai questionari siano raccolte online senza alcun tipo di controllo, ci sono delle operazioni attraverso le quali il campione di riferimento può essere ricostruito in modo rappresentativo.

Questo non è possibile e a confermarlo sono proprio i sondaggisti italiani: Nicola Cesare, direttore di Digis, Renato Mannheimer direttore di Ispo, Natascia Turato direttore di Datamonitor, Roberto Weber presidente di Swg e Nicola Piepoli direttore dell’Istituto Piepoli che ci hanno confermato che questi sono solo giochi e non possono in alcun modo essere definiti sondaggi. A concordare con loro anche conduttori televisivi come Corrado Formigli di Piazza Pulita e Luca Telese di In Onda.

Noi non vogliamo screditare questo tipo di sondaggi, però crediamo che sia opportuno fare una distinzione e informare adeguatamente i lettori. Dovrebbe essere il compito proprio dei quotidiani online che spesso utilizzano questi mezzi per influenzare l’opinione pubblica. Riteniamo che pubblicare in prima pagina risultati di pseudo-sondaggi come se rappresentassero il pensiero della totalità della popolazione sia un’operazione scorretta e anche poco credibile.

Queste rilevazioni non sono sondaggi e quindi non devono essere definiti tali, bisogna trovare un altro nome perché i sondaggi, quelli veri, rappresentano l’opinione degli italiani e l’opinione degli italiani va rispettata!

Vi lascio a questo Docuweb che in modo simpatico tratta un tema molto serio, buona visione!

I commenti sono chiusi.